66.png

Componenti 

445.jpg

L'idrochinone appartiene alla categoria dei fenoli semplici ed è presente in molte famiglie vegetali (Ericaceae, Rosaceae) in forma monoglucosidica (arbutina). Il suo meccanismo d'azione principale è l'interazione con l'enzima tirosinasi coinvolto nella sintesi di melanina. La mancata produzione del pigmento produce nel tempo l'auspicato effetto schiarente.

La mancata produzione del pigmento produce nel tempo (almeno un mese di terapia) l’auspicato effetto schiarente.

L’effetto primario, quindi, si esplica non tanto sulla macchia in sè ma sull’accumulo di altra melanina perché interviene sulla produzione di nuova melanina.

Il meccanismo d’azione dell’idrochinone è reversibile: una volta sospeso, la melanina ricomincia ad essere ri-prodotta; cosa per cui si sconsiglia l’esposizione al sole o l’utilizzo di lampade solari dopo il trattamento.

 


 

566.png

L'acido retinoico è un metabolita che interviene nelle funzioni della vitamina A (retinolo).

Il meccanismo d'azione dell'acido retinoico è riassumibile nel meccanismo      dell'induzione genica:nel DNA delle cellule cutanee sono presenti geni inducibili dall'acido retinoico.
L'acido retinoico attua una vera e propria riprogrammazione cellulare – attraverso azioni di derepressione e repressione genica - che riporta le cellule cutanee in una fase vitale tipica degli organismi in giovane età.

 

Le CRABP (Cellular retinoic acid binding protein) hanno un peso molecolare intorno ai 15.000 dalton e la loro struttura primaria è stata esattamente definita. Queste proteine assolvono la funzione di legare e trasportare l'acido retinoico dal citoplasma verso il nucleo, vera sede della sua azione. Hanno inoltre il ruolo di limitare la quantità endocellulare di acido retinoico, evitando ogni possibilità di sovraccarico.
Una volta veicolato al livello nucleare dalle CRABP, l'acido retinoico interagisce con specifici recettori nucleari, denominati RAR (Retinoic Acid Receptor o recettore dell'acido retinoico). Sono stati scoperti tre tipi di recettori nucleari per l'acido retinoico al livello cutaneo, indicati rispettivamente come RAR–alfa, RAR-beta, e RAR-gamma. Quando le RAR si legano all'acido retinoico formano un complesso capace di interagire con sequenze nucleotidiche del DNA appartenenti a regioni di specifici geni, inducendo da questi la trascrizione di RNA messaggero.

È un farmaco che esiste da diversi anni, ed è principalmente ad azione esfoliante, rinnovando gli strati più superficiali del derma, togliendo in questa maniera acne, rughe ed eventuali macchie.

La tretinoina agisce riducendo la coesione tra le cellule cheratinizzate, velocizzando la perdita delle cellule iperpigmentate.

999.png

Il triamcinolone è un corticosteroide molto utilizzato in dermatologia. In particolare il triamcinolone acetonide è un derivato più potente del triamcinolone ed è circa otto volte più potente del prednisone.

I corticosteroidi sono stati combinati con altri agenti nel trattamento del melasma per anni. Nei primi studi di Kligman e Willis, il desametasone topico in monoterapia ha prodotto poca depigmentazione anche dopo 3 mesi di terapia. I corticosteroidi topici esercitano un effetto anti-metabolico, con conseguente riduzione del turnover epidermico e, quindi, un lieve effetto depigmentante. Se usato in combinazione con tretinoina e idrochinone il triamcinolone acetonide sopprime le funzioni biosintetiche e secretorie dei melanociti e quindi la produzione di melanina, portando a una risposta precoce. In un trattamento di 8 settimane in sinergia con gli altri due principi attivi non si è visto alcun effetto collaterale significativo.

Al posto del triamcinolone è possibile utilizzare molecole con potenza superiore quali il betametasone o desametasone, oppure quelli a potenza inferiore (esempio idrocortisone) per limitare il rischio di effetti collaterali.

La Nourivan™ Antiox è un nuovo veicolo in grado di incorporare attivi facilmente ossidabili in preparazioni galeniche stabili. Contiene una miscela di sostanze, in grado di minimizzare in maniera efficace la degradazione a cui sono soggetti attivi fotoinstabili e sensibili all’aria.

Concentrazione API

Lo scienziato Kligman, in collaborazione con il Dott.Willis, scoprì l’efficacia dell’associazione di tretinoina (0,1%), idrochinone (5%) e desametasone (0,1%) applicato per circa 6 settimane.

 

L'idrochinone è presente il letteratura in numerose preparazioni liquide e semisolide alla concentrazione del 5% ma sono utilizzate anche concentrazioni più basse per limitare gli effetti collaterali.

L' acido retinoico per uso topico (detta anche tretinoina) si trova in commercio alla concentrazione dello 0,05%. In letteratura la maggior parte degli studi riporta la stessa concentrazione. 

Tuttavia possono essere allestite concentrazioni personalizzate, e in particolare:

 

  • 0.01% questa percentuale è adatta a chi ha una pelle molto sensibile

  • 0.025% è la percentuale più usata

  • 0.05% percentuale usata da chi ha una pelle molto grassa

  • 0.1% percentuale usata da chi ha la pelle veramente molto grassa. E' piu' irritante delle altre.

Il triamcinolone acetonide si utilizza nelle preparazioni liquide e semi solide per uso topico allo 0,1%

Altri corticosteroidi più potenti (betametasone, desametasone) sono utilizzati alla stessa concentrazione.

Indicazioni terapeutiche

L’idrochinone galenico è rivolto a schiarire le macchie della pelle di varia natura (come l’invecchiamento cutaneo e l’esposizione al sole).
Alcuni esempi di macchie cutanee che possono essere trattate con crema idrochinone galenico sono:

  • cloasma e melasma (ad esempio quello gravidico)

  • macchie senili

  • macchie cutanee da progestinici

  • iper-pigmentazioni post infiammatorie (ad esempio da acne o peeling chimici)

  • macchie da dermatite di Berloque (causata dall’applicazione di cosmetici e profumi con conseguente esposizione solare).

 

L'isotretinoina è usata, oltre che come sinergico per le preprazioni schiarenti, anche nel caso di acne o nelle creme anti rughe.

Come si presenta e prezzi

Flacone da 30 o da 75 ml con erogatore air less anti contaminazione. .

2 erogazioni corrispondono a circa un grammo.

Etichette in carta termica

Prezzo:

  1. 33,50 euro un flacone da 30 ml

  2. 39,90 euro un flacone da 75 ml

Nonostante l'utilizzo di preservanti, l'idrochinone è piuttosto instabile e tende ad ossidarsi facilmente (la crema tende a diventare scura, perdendo la sua efficacia). Il limite di utilizzo pertanto è stato fissato in 30 giorni dalla preparazione. Conservare in frigorifero e lontano dalla luce.

Posologia e modalità d'uso

Una applicazione la sera per minimo 8 settimane. Il prodotto deve essere applicato sulle zone interessate prima di coricarsi, dopo aver pulito ed asciugato con cura le aree di applicazione. In caso d’intensa irritazione all’inizio del trattamento applicare la crema a giorni alterni.

Effetti avversi

Come tutti i fenoli, l'Idrochinone svolge soprattutto ad alte dosi, un'azione tossica sulle cellule. Questo può portare con l'uso cutaneo, la comparsa di effetti collaterali come dermatiti, citotossicità cutanea, imbrunimento dell'area trattata. Per questo motivo l'utilizzo e la compravendita di prodotti cosmetici a base di Idc sono vietati all'interno dell'UE dalla normativa 1223/2009. Attualmente l'unico modo disponibile per produrre la crema di Idc è ancora la forma galenica magistrale. 

Una preoccupazione significativa è che i corticosteroidi topici usati da soli in questo contesto, specialmente sul viso, possono provocare atrofia epidermica, teleangectasie, eritemi simili alla rosacea, acne e dermatite periorale.

Eritema, desquamazione, bruciore, fotosensibilità è associato all'esposizione prolungata di retinoidi per uso topico.

Alte dosi sono correlate ad un più alto rischio di effetti avversi.

  • Iirritazione con prurito e bruciore

  • Arrossamento transitorio

  • Dermatite da contatto

  • Citotossicità cutanea

  • Imbrunimento dell’area trattata

  • Depigmentazione eccessiva

  • Secchezza cutanea

La crema non deve essere applicata vicino al contorno occhi perché è un forte irritante oculare e può provocare alterazioni alla congiuntiva.

È controindicata su ferite e cute lesa e nei bambini sotto i 12 anni. Durante il trattamento con idrochinone si raccomanda l’esposizione solare solo con l’applicazione di filtri UV.

Regime dispensazione

Ricetta magistrale valida 6 mesi per 10 dispensazioni 

Oppure compila e invia direttamente la ricetta elettronica in farmacia

Bibliografia:

  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1119822

  • Tretinoina same scheda tecnica

  • Nourivan® sito Fagron

  • Drugs in Dermatology: Kligman’s Solution (Triple Combination Cream of Tretinoin, Hydroquinone, and Topical Corticosteroid) for Use in Hyperpigmentation

     

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Icona sociale
  • Google Places Icona sociale
  • RSS Icon sociale